La fortezza perduta: due ipotesi ricostruttive del Castellammare di Palermo

Please download to get full document.

View again

of 18
21 views
PDF
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Document Description
La fortezza perduta: due ipotesi ricostruttive del Castellammare di Palermo
Document Share
Document Tags
Document Transcript
  RICOSTRUIRE-1  A  RCHITETTURA  - S TORIA  - R  APPRESENTAZIONE Edizioni Caracol  RICOSTRUIRE - 1  Architettura - Storia - Rappresentazione a cura di Maurizio Vesco Edizioni Caracol  R ICOSTRUIRE - 1 Architettura - Storia - RappresentazioneQuaderni della Sezione SfeRA - Storia e Rappresentazione del Dipartimento di Architetturadell’Università degli Studi di PalermoCollana diretta da Marco Rosario NobileComitato scientifico:Caroline Bruzelius, Duke University - DurhamNunzio Marsiglia, Università degli Studi di PalermoStefano Piazza, Università degli Studi di PalermoQuesto numero è stato curato da Maurizio Vesco© 2014 Caracol, Palermo Vietata la riproduzione o duplicazione con qualsiasi mezzoEdizioni Caracol Via Mariano Stabile, 110 - 90139 Palermotel 091. 340011email: info@edizionicaracol.itwww.edizionicaracol.itIsbn: 978-88-98546-10-7  INDICE 5 Editoriale Marco Rosario Nobile 7 Il Castellammare di Palermo: un progetto non realizzato di Pietro Antonio Tomasello da Padova Maurizio Vesco 31 La fortezza perduta: due ipotesi ricostruttive sul Castellammare di Palermo Tommaso Abbate 45 La stufa di Giuseppe Damiani Almeyda. Dai disegni srcinari alla rappresentazione digitale Fabrizio Avella 61 Tre progetti di Adolf Loos. Indagare/Disegnare/Ricostruire Francesco Maggio 73  Agion Anargyron. Un’architettura non realizzata di Dimitris Pikionis Marcella Villa 83 La cittadella universitaria di Palermo. I piani possibili e le architetture non realizzate  Antonella Armetta  L  A FORTEZZA PERDUTA  : DUE IPOTESI RICOSTRUTTIVE SUL  C  ASTELLAMMARE DI  P  ALERMO Tommaso Abbate L’uso di modelli digitali per lo studio e la prefigurazione dell’architettura è divenuta negli ultimiventi anni una prassi che può ritenersi consolidata; i modelli digitali hanno aperto nuove pro-spettive di ricerca anche all’indagine storica, specie se condotta su manufatti diruti. In alcunicasi il modello digitale costituisce una soluzione efficace per la prefigurazione di progetti mairealizzati 1 o per l’anastilosi virtuale di edifici perduti 2 ; la validità scientifica di tali modelli èstrettamente legata alla coerenza delle metodologie di ricostruzione adottate, ad un sistematicoricorso alle fonti documentarie e alla validazione di precedenti ipotesi ricostruttive. Vengono di seguito proposte due ipotesi ricostruttive sul Castellammare di Palermo, monu-mento di cui rimangono solo pochi ruderi a causa delle demolizioni eseguite nel 1922 dal-l’amministrazione locale [fig. 1]. Le due ricostruzioni sono fondate su un ampio repertorio diindagini, prevalentemente orientato all’analisi delle fonti iconografiche e archivistiche: l’os-servazione dei pochi e frammentari resti del complesso monumentale, infatti, non consente diricostruirne l’assetto srcinario.La prima ipotesi si basa sull’impiego dell’iconografia della fortezza (prevalentemente costituitada disegni e foto d’epoca), come base per l’applicazione di procedure di restituzione prospet-tica; la seconda ipotesi, frutto di un lavoro condotto, secondo un approccio multidisciplinare, 31 1. Palermo. A sinistra ilCastellammare in unafotografia dei primi delNovecento; a destra unaodierna vista aerea.
Similar documents
View more...
Search Related
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks